Chirurgia refrattiva

Lo scopo della chirurgia refrattiva è quello di correggere i vizi di refrazione. Nel nostro studio è possibile effettuare tutti gli esami necessari a valutare la idoneità alla chirurgia refrattiva di ogni genere con laser, incisionale o con impianto di lenti intraoculari. L’intervento che viene da noi eseguito, presso altra sede, è effettuato solo con laser eccimeri (Scwind amaris). È possibile eseguire un’analisi qualitativa e morfologica della superficie anteriore della cornea con la topografia tridimensionale, della qualità e dello spessore della cornea attraverso analisi con Scheimpflug camera Sirius e con OCT ad alta definizione, della qualità e dello stato di salute della cornea pre e post operatoriamente attraverso un’analisi dell’endotelio con microscopio dedicato non a contatto. Preoperatoriamente viene sempre effettuata la pupillometria in maniera statica, dinamica, mesopica e scotopica con strumenti dedicati.

Vizi di refrazione

Come si realizza il meccanismo della visione? La luce, dopo aver attraversato cornea, pupilla, cristallino e corpo vitreo, va a fuoco sulla retina, stimolando i fotorecettori che trasmettono lo stimolo al nervo ottico. Questo meccanismo trasforma lo stimolo luminoso nello stimolo visivo che, decifrato dal cervello, forma le immagini. Il modo in cui i raggi di luce provenienti dall’esterno vanno a fuoco sulla retina, permettendo il meccanismo della visione, è detto refrazione. In un occhio emmetrope, cioè senza difetti, in assenza di accomodazioni, le immagini che provengono dall’infinito sono messe a fuoco esattamente sul piano dei fotorecettori della retina. Quando l’immagine di un oggetto posto all’infinito (lontano da noi) va a formarsi lontano dai recettori allora si ha un vizio refrattivo o ametropia. Le ametropie possono essere di tre tipi fondamentali:

Ipermetropia: iI fuoco delle immagini cade posteriormente alla retina;
Miopia: iI fuoco delle immagini cade anteriormente alla retina;
Astigmatismo: iI fuoco delle immagini si realizza su due piani diversi.

Ipermetropia

IpermetropiaL’ipermetropia è un difetto di refrazione molto diffuso e troppo spesso sottovalutato. A causa di una minore lunghezza del bulbo oculare, di un minor potere refrattivo della cornea troppo piatta o per caratteristiche interne al cristallino, si ha un’incapacità del sistema diottrico dell’occhio di focalizzare le immagini sulla retina: i raggi provenienti dall’infinito vengono focalizzati in un punto posteriore alla retina.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o continuando la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.